Line6 pod x3 live

Contenuto a cura di . | Postato il 30-06-2008

Una pedaliera? RIDUTTIVO
Un multieffetto? BANALE
Un emulatore di amplificatori? NON SOLO

Line6 Pod X3 Live

Line6 pod x3 live è la soglia che ogni chitarrista/bassista varca per entrare in un mondo di suoni, effetti ed emulazioni tutti insieme. Lin6 pod x3 live…il futuro è adesso!




Line6 lancia sul mercato questo prodotto e si rivolge con un unico prodotto a chitarristi e bassisti in quanto la pedaliera in questione contiene effetti di emulazione ed effetti stomp per chitarra e per basso oltre che voce! avete capito bene, VOCE, è la novità, anzi, UNA delle novità sensazionali che questo innovativo prodotto introduce, un entrata bilanciata XLR per un microfono oltre alle due entrate indipendenti per due chitare, o per chitarra e basso.

Come si presenta: esteticamente è solida, ordinata, accattivanete, in una elegantissima scocca in alluminio nero satinato con inserti in plastica lucida nera e stomp in acciaio lucido, con il pedale d’espressione/volume antiscivolo a prova dei piedi più energici!
2 file di 5 stomp, un pedale d’espressione/volume, una sezione di equalizzazione (come su tutti i più classici amplificatori) e uno schermo ampio e luminoso per vederlo bene su ogni palco e in ogni condizione di luce!

32 banchi con 4 preset per banco che si moltiplicano per 2 se si tiene conto della modalità dual amp! (altra sensazionale innovazione di cui tratteremo tra qualche riga!)

Cosa offre l’x3live? TUTTO, vuoi un suono stereo con delay stereo regolando più ritorno a destra che a sinistra SI PUò FARE! vuoi un delay a nastro piuttosto che un delay digitale SI PUò FARE! vuoi il ts9 C’è! vuoi un reverb come se fosis in bagno o ne vvuoi uno come se fossi in chiesa SI PUò FARE! vuoi suonare due amplificatori contemporaneamente e magari invece di sentirli tutti e due dalla stessa parte ne vuoi uno a sinistra e uno a destra? SI PUò FARE! vuoi suonare chitarra e cantare comandando effetti su entrambi i canali indipendenti allo stesos tempo? SI PUò FARE!
lin6 x3 offre tutto questo!

Emulazione è riduttivo, è difficile ottenere la saturazione la pienezza del suono valvolare del tuo brunetti, del tuo marshall, del tuo laney, del tuo mesa, certamente non esiste un prodotto che copia il tuo suono ,ma esiste un prodotto che offre i mezzi per offrirti un suono che si avvicina il più possibile ai tuoi canoni! La x3 live ha dinamica, molto sensibile al tocco, il drive e il gain variano al variare della forza e intensità con cui suoni e questo è splendido, da l’idea di avere dietro un bel valvolare, ha un sacoc di dinamica, a volte bisogna stare attenti a dosare la pennata!

Parliamo del DUAL MODE?(dual amp?): cos’è? su ogni preset (come dicevo 4 per ogni bank) hai la possibilità di personalizzare non solo UN suono, ma bensì DUE suoni. completamente separati, per ognuno scegli l’amplificatore, la cassa, il microfno con cui amplificare la cassa, gli effetti di distorsione, gli effetti di modulazione, gli effetti in loop aggiuntivi, i volumi, i ritorni deggli effetti vari, tutto completamente separato, dopodichè con un semplice clic di un bottone…con ilpiede ovviamente, suoni i due ampli insieme! cosi da avere due suoni miscelati, oppure due suoni opposti per avere acustico e solista, divisi come PAN destra o sinistra oppure insieme, puoi comandarli singolarmente mentre suoni in live selezionare quale effetto escludere o includere, mettere il boost su uno dei due, regolare il volume di uno dei due ecc…è sensazionale!

quindi da qui in poi ricordiamo che ciò che scrivo è da moltiplicare per due!

Cosa si può fare con line6 pod x3 live?
i preset di fabbrica sono svariati, di ogni genere per ogni gusto. Dai clean calmissimi ai extralead heavy metal!
io penso però che un chitarrista nn si limiti ai preset e voglia un suono personalizzato, quindi piano piano si inizia a costruire il suono da zero, come?

1- si sceglie quale testata si vuole,lo gain, hi gain, bass, acoustic, mic. JCM800/900/2000 lead, plexy, mesa, bogner, (due tipi) vox, engl, soldano, vht…e molte altre! (ovviamente memorizzate con nomi fittizzi…diritti di case madri) e tutti i prodotti lin6, vetta, ecc ecc…
2-si sceglie con quale cassa accoppiare la testata, 1×8, 1×10, 1×12, 1×15, 2×8, 2×10, 2×12, 2×15, 4×10, 4×12, e tutte hanno diversi coni selezionabili, vintage30, g12, ecc
3- si sceglie quale microfono usare per amplificare la cassa, 4modelli tra sm57, dynamici e altri due

questa è la sezione relativa a amplificazione, quindi include l’equalizzatore (bass, treble, mid, gain, drive, tone level, e master) e il livello di bypass (quando si mette il tuner per esempio).

4-si seleziona quale effetto stmp si vuole, distorsore? overdrive? (vari modelli un numero esorbitante con regolazioni per ogni modello)
5-si seleziona quale effetto d’ambiente si vuole, delay, reverb, flanger, chorus, reverb, echo, wah, phaser, tremolo ecc (ognuno con diversi tipi di pedali, vintage delay, nastro echo, stereo delay, digital delay, pin pong delay, ecc per ogni pedale e ogni modello ha le sue regolazioni, quando feedback, quanto ritorno nel canale destro e sinistro, quanti millisecondi, effetto in terzine 16esimi oppure tap delay (con stomp) ecc)
6- si decide una 3 opzione effetto da attribuire a un pedale ibrido, che può azionare un altro effetto a scelta, oppure essere compressore e boost!(si scelgie quindi o l’effetot oppure quanto comprimere il suono e quanto volume di boost attribuirgli…il boost esce fuori dal mix in maniera pazzesca!).
7- si regolano le impostazioni del pedale espressione/volume, quanto volume dargli quando è tutto giù o su, da dove far partrire il wah (il pedale se schiacciato fino in fondo è volume, poi con una leggera spinta, stile dunlop, diventa wah!)e su quale frequenza azionare il wah!
8- si regola l’equalizzazione del gain, lo gain, mi lo gain, mid hi gain, hi gain (volume di gain) e poi ancora, a quale frequenza in mhz sentire le frequenze (lo gain, milo gain, mid hi gain, hi gain). questa opzione arrotonda molto il suono che se prima era magari un po’ troppo acuto e con l’equalizzazione classica nn si riusciva a smussare, qui si può trasformar ein un sound davvero realistico e molto molto bello!
9- si decide volume del preset
10-si salva il preset nel posto desiderato con il nome desiderato!

questo lo si può poi fare con il secondo ampli e voilà! il tuo suono è fatto…è ora di suonare!

diciamo che sembra una cosa complicata, in realtà quando si capisce la modalità e le funzionalità della cosa diventa veloce poi capire dove mettere le mani e in poco tempo ci si fa i proprio3/4 suoni base su cui poi costruire tutit gli altri all’eventualità!

Io ci ho perso su qualche ora per crearmi un sound clean bello e profondo, ho miscelato un suono acustico a uno clean normale è davvero unsa oluzione stupenda, il fatto di miscelare ampli, non è solo rivoluzionaria perchè hai due cose separata, ma in quanto i due suoni insieme creano un 3 suono più carico più profondo più catrtivo…insomma, tutto come vuoi tu…e tutto a portata di piede!

uscite? bene qui si va sull’interessante, ha un sacco di entrate e uscite, anzitutto può controllare tramit speciale collegamento una variax, in tutte le sue funzionalità, poi ha entrate usb, spidf (se cosi siscrive) entrate per lettori mp3 esterni, entrata mic, entrata chitarra (2) uscite: 2 xlr bilanciate (in diretta al mixer) due uscite normali jack un send e return, e un entrata pedale esterno d’spressione.

anche qui come vedete c’è l’imbarazzo della scelta!

quindi in definitiva, un ottimo prodotto, a un prezzo abbordabile che offre qualsiasi tipo di soluzione, basta un po’ di tempo e poi nn rimane altro che attaccare il jack…e…KEEP ON ROCKIN’!

Contenuto a cura di CarloIlRoSsO81.

Post Correlati Line6 Pocket Pod
Il Pod è un prodotto ormai conosciutissimo tra chitarristi ed è in grado di produrre dei suoni decisamente di qualità.
Eppure soffia: Liga canta Bertoli per Live Earth
In occasione del ''Live Earth 7/7/07'', il grande appuntamento con i concerti-evento per l'ambiente, anche Luciano Ligabue ha deciso di
Live Earth 7/7/07: musica per l’ambiente
Tutto pronto per il ''Live Earth 7/7/07'', il grande appuntamento con i concerti-evento per l'ambiente. Ben 24 ore di musica
Commenti
  1. CarloIlRoSsO81
    4 luglio 2008

    By…Marck!eheheh scherzo, bella recensione!la voglio anche io questa pedaliera!ahahahh ops…GIà CE L’HO e presto avrete un sample delle potenzialità sto mettendo su un pezzo con un amico tastieraio.
    Marck se vuoi ho le foto corrette, quelle li sono della XT LIVE.

    Non so però il tuo indirizzo di posta!

    Inserisci una risposta
  2. GIOOOO
    31 agosto 2008

    Ti seMBra d avere 1 beL suono….poi da ql ke dicono quando suoni nei live con batteria e altri strumenti…..é molto scarso ….non ha presenza….non come un vero ampli………. alla fine é impossibile imitare alla perfezione

    Inserisci una risposta
  3. IlROsso81
    29 ottobre 2008

    mah…ti dico, la sto usando da 5 mesi in prove (comoderrima, zero pesi da portare su e giù e cazzi e mazzi) e in live (con una media di 4 al mese in grandi locali di toscana piemonte, valle d’aosta ecc), il risultato? OTTIMO. tutti mi sentono bene e non forte, nn rompo i maroni a nesusno con volumi alti da 2×12 o 4×12, non ho problemi di versatilità, qui ne ho per ogni esigenza…non uscre dal mix? lo dici tu! io ci esco eccome, e pure bene, e senza avere i volumi al max…bisogna smanettarci un po’ su per capire quali regolazioni tenere…pensa che mi va anche in larsen, cosa che senza valvole è complicata…ma qui…wow…non fischi eh…larsen…cosa differente!

    guardati qualche video qui: http://www.myspace.com/spazioliberorock, poi fammi sapè…chiaramente la qualità audio non è delle migliori…ma da un idea di base…!

    certo un valvolare non lo raggiunge, ci mancherebbe, se no non si chiamavano EMULATRICI, ma ci si avvicina molto!

    ciaooo

    Inserisci una risposta
  4. Marck
    29 ottobre 2008

    Ragioniamo obiettivamente, noi chitarristi siamo troppo fissati.
    Diciamo frasi come si è vero simula molto bene un valvolare però “non è proprio uguale”.

    Vale la pena uccidersi con strumentazione su strumentazione per una differenza non “eclatante”??

    Se poi avete chi vi carica e scarica la strumentazione allora ok!

    Inserisci una risposta
  5. IlRoSso81
    3 dicembre 2008

    Quoto Marck,
    aggiungo una postilla solo.
    Io ho preso questa spettacolare macchinetta perchè suono in una party band, i suoni in una party band devono essere quasi 5 (almeno nel mio caso) più effetti, effettini ecc…
    Il valvolare è certamente migliore, non lo metto nemmeno in dubbio, ma con una party band…il valvolare va sprecato! la gente con la party band guarda quant’è bello il cantante, quanto ballare fai, quali occhiali da sole luminosi ti metti addosso, il pacco del bassista, e fine.
    Un valvolare di certo non va sprecato in una band rock/hard rock, o blues o jazz, o funky, li di certo le valvole sono d’obbligo…danno calore, e nel pubblico ci sono persone critiche e spesso intenditori che vogliono il sound preciso e profondo.

    Diciamo che le emulatricisono più da cazzari…eheheh e io LO SONO! ora la vendo per esubero di materiale, ma di certo se avrò bisogno di riaverla non mancherò di ricapitare in un negozio di musica e rifare l’acquisto!

    Inserisci una risposta
Lascia un Commento »
Il tuo Nome
Il tuo Indirizzo e-mail
Il tuo Commento
Il tuo avatar nei commenti?
Iscriviti a Gravatar e carica le tue foto gratuitamente! (apre una nuova finestra)