Jeff Buckley – Grace

Contenuto a cura di . | Postato il 05-07-2008

1994, Jeff Buckley spunta con questo album, Grace. La sua voce angelica fonde la spiritualità col rock, non quello più duro ma quello più melodico e popolare.

A dir la verità so poco di quest’artista, che purtroppo ci ha lasciato pochi anni dopo l’uscita di quest’album, ma mi ha colpito molto la sua profondità. Brani come “Lover, should’ve come over” lasciano il segno e non solo per le parole. La sua voce ti convolge, così calda, così unica, mentre la musica non è la solita che ti fa battere il piede, ma da un senso di pienezza, forse a volte anche di malinconica. Stupenda poi la versione di “Halleluyah”, famosa cover di L.Cohen, dove Jeff con la sua voce la interpreta in maniera lodevole. Un album di relax, un album da ascoltare.
Rest in Peace Jeff.


Post Correlati Pistoia Blues 2007 nel segno di Hendrix
A quarant'anni dalla pubblicazione del primo disco di Jimi Hendrix ''Are You Experienced?'', il Pistoia Blues Festival dedica l'edizione 2007
Commenti
  1. amins
    13 ottobre 2009

    Genio assoluto!l’ho scoperto circa 1 annofa x caso,e già dopo poco ci rimasi veramente di [email protected]#da quando lessi anke cosa gli era successo e cosa era stato tolto al nostro mondo.Penso ke avrebbe potuto fondare una nuova corrente con il suo stile,anzi penso ke il graffio ke ha lasciato al pianeta della musica rimarrà per sempre!

    Inserisci una risposta
Lascia un Commento »
Il tuo Nome
Il tuo Indirizzo e-mail
Il tuo Commento
Il tuo avatar nei commenti?
Iscriviti a Gravatar e carica le tue foto gratuitamente! (apre una nuova finestra)