Armonizzazione

Contenuto a cura di . | Postato il 07-06-2008

Vi parlo dell’armonizzazione come conoscenza base per l’ improvvisazione dando per scontato alcuni argomenti propedeutici: che potete trovare in qualsiasi libro di teoria, armonia oppure sulla rete, come gli intervalli, le tonalità e le scale.



Prendiamo come esempio C maggiore che rappresenta la scala diatonica, (procede per toni e semitoni secondo lo schema T T S T T T S), detta anche scala modello dal quale si formano tutte le altre tonalità seguendo lo schema di toni e semitoni che la caratterizza. Armonizzando questa scala,

cioè costruendo gli accordi per sovrapposizioni di terze sulle note C,D,E,F,G,A,B, che vengono chiamate gradi, otteniamo questi accordi che identifichiamo con i numeri romani:

I=C II=Dm III=Em IV=F V=G VI=A VII=B° (diminuito)

Questi accordi di tre suoni prendono il nome di triade; otteniamo triadi maggiori sul I,IV,V, triadi minori sul II,III,VI, e sul VII una triade diminuita. Aggiungendo poi un’altra nota alle triadi otteniamo gli accordi di settima che sono i seguenti:

Imaj7 IIm7 IIIm7 IVmaj7 V7 VIm7 VIIm7/5b = (nell’analisi armonica vengono scritti così)
Cmaj7 Dm7 Em7 Fmaj7 G7 Am7 Bm7/5b (semidiminuito) = ( nelle partiture)

Questa è l’armonizzazione della scala di C maggiore !
La costruzione degli accordi sui vari gradi fatta in tutte le scale maggiori porta sempre alla medesima sequenza di accordi.
Potete vedere a questo proposito le note che compongono le triadi, accordi di 7a e scale per comprendere maggiormente la costruzione nella pagina delle formule. Questi accordi generati dalla scala vengono usati nella costruzione delle progressioni armoniche(giri di accordi), quindi quando troviamo un giro di accordi che utilizza solo i seguenti possiamo dire di trovarci in tonalità di C maggiore.

Esempio: Dm7 G7 Cmaj7 ; è il giro tipico della musica moderna,(soprattutto nel jazz ) ed è la progressione più usata nella musica tonale, si chiama secondo-quinto-primo o II,V,I, come potete vedere dallo schema qui in basso evidenziato, deriva dall’armonizzazione di C M.

I II III IV V VI VII = II V I
Cmaj7 Dm7 Em7 Fmaj7 G7 Am7 Bm7/5b = Dm7 G7 Cmaj7

In tonalità di Gmaggiore e Fmaggiore con rispettivamente una sola alterazione.
I II III IV V VI VII
Gmaj7 Am7 Bm7 Cmaj7 D7 Em7 F#m7/5b
Fmaj7 Gm7 Am7 Bbmaj7 C7 Dm7 Em7/5b

Articolo a cura di Gianpiero Bruno.

Post Correlati Dominanti secondarie
Si possono costruire accordi di settima di dominate su tutti i gradi della scala, esclusi il V° e il IV°.
Improvvisazione nel blues
Un giro blues, pur rientrando in una tonalità, presenta solo tre accordi (il I grado, il IV e il V),
Commenti
Lascia un Commento »
Il tuo Nome
Il tuo Indirizzo e-mail
Il tuo Commento
Il tuo avatar nei commenti?
Iscriviti a Gravatar e carica le tue foto gratuitamente! (apre una nuova finestra)